Ottimizzazione energetica tramite il trattamento dell’acqua

Per il Settore Marittimo

La nostra proposta al settore è volta alle medie e grandi imbarcazioni, qualunque sia la destinazione d’uso, in quanto pensiamo di potere rendere un ottimo servizio in merito alla risoluzione di alcuni problemi inerenti i sistemi di refrigerazione dei propulsori, all’efficienza degli impianti idrici di bordo, ad acqua di mare e non, ed agli scambiatori di calore ad acqua in genere.

Analisi sommaria dei processi di ossidazione

La causa dei processi di ossidazione delle leghe metalliche che contengono ferro è causata dalla presenza di acqua e dell’ossigeno in essa solubilizzato. La velocità di reazione che porta alla formazione di ossidi del ferro fino alla totale corrosione è data dalla conducibilità elettrica dell’acqua. L’acqua di mare è una soluzione ad alta
conducibilità ed i fenomeni ossidativi risultano essere di conseguenza molto accentuati; di fatto oltre a ridurre la durata degli impianti, spesso ne compromettono il corretto funzionamento dei componenti. Il deposito che si forma all’interno degli utilizzatori causa una riduzione di portata e spesso la totale ostruzione del circuito. Le
tecniche di pulitura, tenuto conto che gli ossidi che si formano sono scarsamente solubili in acqua, utilizzano spesso dei prodotti chimici prettamente acidi che solubilizzano i depositi, ma di contro accentuano i processi di corrosione che influiscono sulla durata e sull’efficienza dei servizi.

Innovazione brevettata per sistemi di refrigerazione nel settore navale

Scambiatore a fascio tubiero.

Circuito aperto lato mare

Facile da installare, facile da usare

1

Un sistema brevettato che utilizza un gas di qualità alimentare, pertanto non nocivo né pericoloso.

2

Installazione veloce, anche in piccoli spazio o all'aperto

3

Nessuna parte meccanica, non utilizza energia elettrica e non richiede manutenzione

4

Assistenza tecnica 24h

Il dispositivo utilizza componenti omologati RINA

Il brevetto del sistema NoName consiste nell’iniettare all’interno dei circuiti sottoposti a pressione dinamica, a valle del sistema di pompaggio, una miscela di gas inerti ecologici, i quali vanno a solubilizzarsi nel fluido modificandone le caratteristiche chimiche, aumentando la capacità di solubilizzazione e riducendo la quantità di ossigeno disciolto in soluzione. Pertanto favoriscono:

  1. la solubilizzazione dei depositi, siano essi ossidi del ferro o sali precipitati in genere;
  2. la riduzione in modo considerevole del quantitativo di ossigeno disciolto rallentando i processi ossidativi che portano alla corrosione;
  3. l’allungamento della vita degli impianti.

Il sistema può essere utilizzato in diversi modi:

Applicazione temporanea

Vista la semplicità di applicazione (è sufficiente un raccordo filettato), si può applicare in cantiere durante le manutenzioni ordinarie o straordinarie, evitando così di dover smontare circuiti o scambiatori per la pulitura, e riducendo conseguentemente i costi per mano d’opera relativa.

Applicazione Fissa

Essendo i componenti del sistema omologati RINA, noi consigliamo senza alcun dubbio questa soluzione, in quanto evita il fermo imbarcazione per quanto sopra.

Punti di applicazione e i benefici apportati

  • Circuito aperto di refrigerazione ad acqua di mare, pulisce gli scambiatori siano essi a piastre o a fascio tubiero, riduce  i processi di corrosione;
  • Circuiti idraulici ad acqua dolce, pulisce le condutture da depositi e incrostazioni, riduce i processi di corrosione, riduce i costi di manutenzione, allunga la vita degli impianti;
  • Circuiti chiusi di condizionamento, migliora il rendimento termico dei generatori e lo mantiene costante nel tempo, riduce i processi di corrosione riduce i costi di manutenzione, allunga la vita degli impianti;
  • Circuiti chiusi refrigerazione propulsori, pulisce e mantiene puliti i circuiti, migliora lo scambio termico, riduce la corrosione di tutte le parti meccaniche  interessate (monoblocchi, testate pompe e vasca compenso), allunga la vita dei motori;
  • Mantiene efficiente il sistema antincendio di spegnimento

Da studi effettuati da tecnici del settore si evince che un motore endotermico che lavori in sovratemperatura per deficienza del sistema refrigerante, negli scambiatori aria acqua di sovralimentazione, porta ad una perdita di potenza e ad un ipotetico aumento nei consumi di carburante, mentre, in quelli del tipo acqua/acqua e acqua/olio, ad eccessiva usura degli organi meccanici.

Se lo ritieni opportuno puoi contattarci per eventuali delucidazioni o per ottenere una stima dei costi del sistema, in funzione dei quali potrai valutare da solo i benefici economici che ne possono derivare.